SAPIENS SANO IN PIANETA SANO

In principio fu un pipistrello, o un pangolino, o un altro animale selvatico il cui habitat era stato stravolto dall’azione umana. Questa pandemia, come le precedenti e come quelle che con ogni probabilità verranno, dimostra quanto la salute ambientale e quella di noi umani siano collegate. E quanto la deforestazione, l’allevamento intensivo, l’urbanizzazione sfrenata, il riscaldamento climatico abbiano effetti devastanti sulla salute di milioni o miliardi di persone. Noi sapiens ormai sappiamo tutto: cause, effetti e possibili rimedi. Soprattutto in questo periodo di accresciuto rispetto per la scienza, sappiamo quello che dovremmo fare e quello che dovremmo evitare, come individui e come specie. Eppure continuiamo a farci del male. Perché? Mario Tozzi, con la sua competenza e il suo talento di divulgatore, ne parla in questo video. Fra denuncia delle troppe informazioni pseudoscientifiche, consigli di lettura e speranza che Sapiens sia davvero tale anche nel rispetto della natura, del pianeta, di noi stessi.

24 Shares:
Ti potrebbe interessare anche
Leggi di più

AMITAV GOSH E L’APOCALISSE

Perché le arti, e la letteratura in particolare, non riescono a raccontare il cambiamento climatico? E come mai…
Leggi di più

L’IMPRESA COME SISTEMA VIVENTE

Quattro dialoghi con Massimo Mercati  La complessità e l’intelligenza naturale indicano le linee guida per gestire le imprese…
Leggi di più

QUEL BOSCO È UN CONFINE

di Federica Manzon “Guarda laggiù”, dice il padre alla figlia bambina mentre passeggiano insieme sul Trebević, la montagna…
Leggi di più

IL VIRUS VISTO DAL 2050

di Fritjof Capra e Hazel Henderson Come sarà il mondo dopo la pandemia? Clima, industrie, energia, trasporti, città,…