SOTTO IL SEGNO DELLA SOSTENIBILITÀ

L’astrologia studia da millenni le relazioni tra il Tempo e la vita di tutto ciò che esiste sulla Terra. Oggi è anche una disciplina “ecologica”. Perché aiuta a eliminare le scorie dell’inconscio che inquinano l’animo umano. E a ristabilire la connessione fra uomo e natura. 

Abbiamo perciò chiesto al grande Marco Pesatori di tracciare per noi un eco-ritratto del 2022, segno per segno. 

L’astrologia si occupa da almeno sei-sette millenni delle relazioni tra il Tempo (con la maiuscola) e la vita di tutto ciò che esiste sulla terra, esseri animati e inanimati. È un Tempo oggettivo, segnato in base al cammino del Sole, che detta nel moto di rotazione il giorno e la notte e nel moto di rivoluzione le quattro stagioni, ma segnato anche in base al quadro di tutti i pianeti in quel determinato momento. L’astrologia non usa un linguaggio quantitativo come la nostra scienza, ma qualitativo cioè simbolico. Il simbolo racchiude per analogia tante cose al suo interno e non una cosa sola. Quindi l’astrologia si apre all’interpretazione di chi legge il suo ininterrotto discorso. E questa interpretazione, pur tenendo conto di dati oggettivi, è senz’altro soggettiva.

L’astrologia più usata ai nostri tempi è sicuramente l’astrologia psicologica e del carattere. Potremmo dire che l’astrologia, al pari della psicanalisi, del counseling filosofico, dello sciamanesimo, dell’alchimia, ma anche del lavoro meditativo e religioso, è soprattutto una disciplina utilissima per la pulizia regolare costante dell’Io. Ci aiuta a eliminare quelle scorie dell’inconscio da cui il nostro animo viene regolarmente inquinato dopo giornate di battaglie, tensioni, incontri, spostamenti nevrotici di vario genere. Ogni evento emotivo, affettivo, le decisioni epocali da prendere o da non prendere, ci lasciano tutta una serie di polvere interiore tossica, che lasciata lì per mesi, genera  tensioni sempre più gravi, rigidità interiori, appesantimenti psichici, meccanismi di ripetizione, che finiscono per tradursi anche in malattie psicosomatiche. Come ci facciamo la doccia anche più volte al giorno, così dobbiamo ripulirci mente, anima e spirito. Anche in questo senso questa disciplina femminile, magica, affascinante, può rivelarsi davvero preziosa.

Si può dire che questa “scienza del Tempo” – o, per non urtare nessuno, questa “arte di interpretare i disegni del Tempo” – ci parli della ininterrotta sincronia tra l’uomo e il tempo. Proprio questo basarsi dell’astrologia sul tempo oggettivo e cioè sui ritmi della natura, ne fa una disciplina assolutamente ecologica. Se è vero che James Hillman, nel suo libro dedicato al potere, ha scritto che l’uomo al posto dell’inconscio ormai ha solo il business, anche noi possiamo dire che la connessione tra micro e macro cosmo, vale a dire tra animo umano e ciò che lo circonda, si è da tempo incrinato. L’armonia tra uomo e natura si è frantumata, il tempo dominante non è più quello del Sole e degli astri, ma il tempo ossessivo e assoluto dell’economia, che ci domina tutti.


ARIETE

In Italia un recente studio condotto dall’Università di Sassari e dalla fondazione CMCC ha stimato le emissioni medie annue di CO2, dovute agli incendi boschivi per il periodo 2007-2017, pari a circa 1580 giga grammi (Gg). Anche il vostro carattere si incendia facilmente. La vostra impulsività vi tradisce e quelle cariche aggressive esplosive che tenete dentro, si trasformano in vari generi di rabbia. State molto attenti a gestire bene la vostra grande energia. Siete il Fuoco più di fuoco che esista. Irruenti, travolgente, istintivi, incapaci di controllarvi quando partite. Vi basta una scintilla che la scintilla diventa fiamma e la fiamma diventa incendio e allora rilasciate il CO2 dell’anima da tutte le parti. Quest’anno dicono che siete i più fortunati e quindi i pompieri che avete dentro la mente, che Freud chiamava pompieri del Super-Io, vi preservano da gravi danni. Inquinerete di meno e farete un uso migliore degli elimina-scorie per eccellenza. I baci.


TORO
 

Tutti sanno che siete il segno che più di qualsiasi altro ama la natura. Se fosse per voi vivreste in campagna, vicino al fiume, dentro un bosco, sopra una bella collina, magari anche alle pendici di qualche montagna alpina. Tutti i doni di Venere sono associati a voi, perché siete un segno venusiano. Floridi, come la Flora botticelliana, che spargeva fiori appena la ninfa Cloris la sfiorava, spinta da Zefiro. Siete il segno delle Mele d’Oro del Giardino delle Esperidi, non dovete per forza consumare tutto quel che c’è. Moderatevi. Non date retta solo a Voluptas, la più conturbante delle tre Grazie. Curate anche Pulchritudo, la Bellezza, E ogni tanto danzate come Castitas, perché anche saper dire di no ci aiuta ad arrivare al Mercurio delle Mele d’Oro. Esse rappresentano il simbolo di quell’Anima Mundi che genera la vita. È stato il duro Saturno, nel 2021, a costringervi a danzare con Castitas e a far soffrire Voluptas, che contrariamente alla sua natura ha goduto poco. Preparatevi. Nei primi mesi del nuovo anno le cose dovrebbero cambiare.


GEMELLI

L’astrologia moderna associa respiro, aria, bronchi e polmoni, al vostro segno. In un tema natale quando ci sono quadrature o opposizioni contro un pianeta nei Gemelli, la persona ha di frequente problematiche polmonari e bronchiali. Quando a fine febbraio 2020 è scoppiata la pandemia, c’erano ben tre pianeti nel cielo contro il segno dei Gemelli e soprattutto Mercurio, pianeta del respiro, si trovava nei Pesci, quadratissimo contro il segno dei Gemelli. Nettuno si trova addirittura dal 2010 nel segno dei Pesci, contro i Gemelli e quest’ultimo decennio per la qualità dell’aria è stato un disastro. Come mai anima deriva dal greco anemos che significa soffio vitale, respiro? C’è forse un collegamento tra l’anima e il respiro? Quindi c’è il collegamento tra la perdita del respiro della pandemia e la perdita dell’anima, del soffio vitale, di questa società affannata, ansiosa, che non respira più perché corre sempre dietro a tutto senza fermarsi mai? E perché si va dallo pneumologo, quando pneuma in greco è il principio vitale cosciente, vale a dire lo spirito? Vuol dire che andiamo dallo pneumologo perché abbiamo smarrito il nostro spirito? Lo yoga e la meditazione ci insegnano a praticare il collegamento tra mente e spirito, ma la nostra società ha totalmente scollegato il respiro dalla mente e dallo spirito.


CANCRO

Anche se siete tenaci, resistenti, decisi a non farvi invadere dal mondo chiassoso e folle della quotidianità, in realtà siete rimasti da sempre bambini piccoli, esseri innocenti disincantati che rimangono a bocca aperta davanti allo spettacolo meraviglioso della natura. Se fosse per voi andreste dentro un bosco quasi ogni giorno, a sentire il canto degli uccelli, a vedere gli scoiattoli che saltano, vi mettereste a parlare con i cerbiatti, con i bambi, con le mamme-orsa di passaggio che vi darebbero volentieri i loro cuccioli per farli giocare, perché voi da sempre con i piccolini ci sapete fare. Siete il segno dell’ecologia dell’anima, perché la tenete in una maniera naturale sempre candida e pulita. Ed è proprio questa vostra interiorità limpida, che certo le vicende mondane sporcano di frequente, la vera fonte della vostra straordinaria creatività. Anche se poi, entrando nel bosco e respirando l’intensità degli abeti, delle betulle o dei pini, vi portate dentro volentieri qualche problematica edipica, che mai vi abbandona

(Alla prossima settimana per i segni da Leone a Pesci)

1 Shares:
Ti potrebbe interessare anche
Leggi di più

SE LE CONOSCI LE USI

di Andrea Lugli Che cosa sono le piante medicinali? Gli animali ne fanno uso? E noi umani come…
Leggi di più

MA CHE COSA “SOSTENIAMO”?

di Tim Morton Il filosofo inglese Tim Morton  è una star mondiale del pensiero (critico) ecologico. Ha collaborato…
Leggi di più

AMBIENTE, TI ASCOLTO / 2

di Giovanna Zucconi Dopo quelli italiani, ecco una selezione di podcast sulla sostenibilità in inglese. Tutti ne parlano,…
Bosco verde
Leggi di più

NEL BOSCO DEGLI SCRITTORI

di Nicola Lagioia Al Salone Internazionale del Libro di Torino, uno spazio naturale con con veri alberi, piante…